Indice del forum

BRASILE 2014
Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic


PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

VISTO TURISTICO DIMEZZATO PER GLI ITALIANI !!!
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> IL BRASILE
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
christian

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 57
Registrato: 26/06/11 03:29
Messaggi: 29
christian is offline 







italy
MessaggioInviato: 07 Ago 2011 07:26:59    Oggetto:  VISTO TURISTICO DIMEZZATO PER GLI ITALIANI !!!
Descrizione:
Rispondi citando

A seguito della ben nota vicenda legata al caso battisti,
il Brasile ha deciso di punire gli italiani per essersi permessi di brontolare.

I brasiliani sono moOolto permalosi, quando c'è una disputa hanno ragione solo loro, a prescindere dalla logica; chi ha vissuto lì lo sa.

Per cui, chi solitamente rimaneva sei mesi con il rinnovo del visto turistico di 90 + 90 giorni, adesso non lo potrà più fare.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: 07 Ago 2011 07:26:59    Oggetto: Adv





Torna in cima
albatros

Admin
Admin


Admin

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 31/12/10 04:57
Messaggi: 758
albatros is offline 

Località: Salvador





brazil
MessaggioInviato: 07 Ago 2011 09:32:38    Oggetto:  Re: VISTO TURISTICO DIMEZZATO PER GLI ITALIANI !!!
Descrizione:
Rispondi citando

christian ha scritto:
A seguito della ben nota vicenda legata al caso battisti,
il Brasile ha deciso di punire gli italiani per essersi permessi di brontolare.

I brasiliani sono moOolto permalosi, quando c'è una disputa hanno ragione solo loro, a prescindere dalla logica; chi ha vissuto lì lo sa.

Per cui, chi solitamente rimaneva sei mesi con il rinnovo del visto turistico di 90 + 90 giorni, adesso non lo potrà più fare.


Questa volta devo dissentire dal tuo messaggio.
Battista non c'entra niente con questa storia della riduzione del visto turistico. Comunque, da qualche parte ho letto che l'Italia sta giá provvedendo a "rinormalizzare" la cosa. Aspettiamo gli esiti.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
christian

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 57
Registrato: 26/06/11 03:29
Messaggi: 29
christian is offline 







italy
MessaggioInviato: 07 Ago 2011 18:21:39    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Però è anche vero che gli altri paesi shengen non sono stati toccati.

E se vogliamo parlare di "reprocità", cioè la grande scusa adottata, visto che per i brasiliani "teoricamente" arrivati in italia per turismo non "sarebbe" previsto il rinnovo dopo i tre mesi, c'è da ricordare la ben più reale realtà dei fatti:

1. A nessun brasiliano entrato con la finestra dei tre mesi e che invece resta sei mesi, un anno o due, la polizia di frontiera contesta alcunchè, nè segna alcuna cosa nei passaporti nè annota informazioni sul computer. Chiedete ai brasiliani che son in Italia per il "lavoro" per cui sono uiversalmente riconosciuti, cioè escort gogoboys putas e trans. Che i soldi italiani se li portano via.

2. Se io che ho portato più di un milione di reais in Brasile sgarro anche di un solo giorno, mi prendono le impronte, questi leghisti di brasiliani, mi mettono una targhetta di avviso che riempie una pagina del passaporto, e se non pago una multa entro gli otto giorni tassativi che ho a disposizione prima di uscire la prossima volta vengo respinto alla frontiera.

E' vero, caro Albatros, che forse le notizie sono incomplete, ma come ci insegna il caro Giulio, a sospettare si commette peccato, ma la maggiorparte delle volce si indovina...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
albatros

Admin
Admin


Admin

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 31/12/10 04:57
Messaggi: 758
albatros is offline 

Località: Salvador





brazil
MessaggioInviato: 08 Ago 2011 01:01:38    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

christian ha scritto:
Però è anche vero che gli altri paesi shengen non sono stati toccati.

E se vogliamo parlare di "reprocità", cioè la grande scusa adottata, visto che per i brasiliani "teoricamente" arrivati in italia per turismo non "sarebbe" previsto il rinnovo dopo i tre mesi, c'è da ricordare la ben più reale realtà dei fatti:

1. A nessun brasiliano entrato con la finestra dei tre mesi e che invece resta sei mesi, un anno o due, la polizia di frontiera contesta alcunchè, nè segna alcuna cosa nei passaporti nè annota informazioni sul computer. Chiedete ai brasiliani che son in Italia per il "lavoro" per cui sono uiversalmente riconosciuti, cioè escort gogoboys putas e trans. Che i soldi italiani se li portano via.

2. Se io che ho portato più di un milione di reais in Brasile sgarro anche di un solo giorno, mi prendono le impronte, questi leghisti di brasiliani, mi mettono una targhetta di avviso che riempie una pagina del passaporto, e se non pago una multa entro gli otto giorni tassativi che ho a disposizione prima di uscire la prossima volta vengo respinto alla frontiera.

E' vero, caro Albatros, che forse le notizie sono incomplete, ma come ci insegna il caro Giulio, a sospettare si commette peccato, ma la maggiorparte delle volce si indovina...

Che il Brasile stia trattando male gli italiani, é verissimo. Che in Italia entrano cani e porci, puttane e trans brasiliani e fanno quello che cavolo gli pare, é verissimo pure questo. Peró, se usciamo fuori dal caos degli intrallazzi illegali (in Italia entrano perché ci sono i corrotti che li fanno entrare), dobbiamo ricordarci che PER LEGGE, il visto turistico in Brasile é SEMPRE stato della durata di tre mesi (come pure negli USA o in Australia, ecc...ecc...), con FACOLTÀ di estenderlo per altri tre mesi per "gravi motivi". Quindi é una FACOLTÀ, e non un obbligo. Negli anni, questa Facoltá si é applicata quasi sempre anche senza Gravi Motivi, tanto che é stata interpretata dagli italini come un DIRITTO. Ma non é un diritto. Il Brasile ha deciso di ristabilire la FACOLTÀ di concedere gli ulteriori tre mesi di permanenza. Puó darli o non darli.
Non é escluso che, in caso di VERO motivo grave, concedano ulteriori mesi di permanenza.
Per concludere, mi sembra che si stia facendo molto rumore per nulla.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
mitico67

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 16/04/11 22:40
Messaggi: 46
mitico67 is offline 

Località: Rio


Sito web: http://www.ciaoplanet.com


brazil
MessaggioInviato: 17 Ago 2011 03:03:23    Oggetto:  Re: VISTO TURISTICO DIMEZZATO PER GLI ITALIANI !!!
Descrizione:
Rispondi citando

albatros ha scritto:
christian ha scritto:
A seguito della ben nota vicenda legata al caso battisti,
il Brasile ha deciso di punire gli italiani per essersi permessi di brontolare.

I brasiliani sono moOolto permalosi, quando c'è una disputa hanno ragione solo loro, a prescindere dalla logica; chi ha vissuto lì lo sa.

Per cui, chi solitamente rimaneva sei mesi con il rinnovo del visto turistico di 90 + 90 giorni, adesso non lo potrà più fare.


Questa volta devo dissentire dal tuo messaggio.
Battista non c'entra niente con questa storia della riduzione del visto turistico. Comunque, da qualche parte ho letto che l'Italia sta giá provvedendo a "rinormalizzare" la cosa. Aspettiamo gli esiti.

Io concordo con Albatros,
brasiliani permalosi.........non so', forse semplicemente e' bene che l'occidente cominci a considerarli non piu' terzo mondo.
a me e' scaduto una volta il visto per un giorno. ho semplicemente pagato la multa prima di partire e non ho avuto nessun problema al rientro.
Christian dice di aver portato un milione di reais in brasile, bene ,penso che non li abbia regalati ma ci abbia comprato qualcosa. se ci comprava un business avrebbe il visto permanente e non si preoccuperebbe del visto, o no?
Una ultima considerazione, battisti o non battisti, secondo me questo fatto dimostra la pochezza dei nostri politici. e pensare che abbiamo il miglior premier degli ultimi 150 anni....... Rolling Eyes
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
christian

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 57
Registrato: 26/06/11 03:29
Messaggi: 29
christian is offline 







italy
MessaggioInviato: 21 Ago 2011 06:48:27    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Non siamo noi a considerarli terzo mondo, sono loro che si chiamano tali, per poi vivere con invidia la nostra nomea di primeiro mundo, che peraltro l'Italia in alcuni casi non meriterebbe. Potremmo anche chiamare i macacos professori di astrofisica, ma ciò non migliorerebbe la qualità dei serizi.

Fra i quali gli obblighi imposti da un business in Brasile. Un amico brasiliano ventenne che assemblava pc mi ha offerto di aprire in società un business informatico, io mettevo i soldi e lui il know how. Ma non voleva la minoranza, perchè, testuale, "voi europei credete di essere migliori": Ho obiettato che non è con la retorica che si creano i presupposti per una partnership costruttiva. Ha rimbrottato che non sapevo il valore del know how: "ma lo sai quanto vale la Microsoft?", ha aggiunto a sostegno della sua ipotesi. Io ho risposto che quanto a know how, io ne possedevo abbastanza in business internazionale, ma non era questo che voleva sentire. Quindi io dovevo mettere i soldi, un mio appartamento come garanzia, e lasciare tutto in mano a lui... Sperando che nessuno nottetempo "rubasse" i computer e l'assicurazione non si rivalesse su di me, mentre magari ero in Italia perchè non avevo ancora un visto permanente.

Un amico italiano aveva aperto una pousada con la compagna brasiliana, per ottenere il visto. Lei ad un certo punto l'ha voluto "processare per violenza" complice la madre, per rubargli l'immobile. L'ha salvato la sorella di lei, che ha ammesso davanti al giudice che era tutta una trama. Lui ha sposato questa benemerita sorella, che adesso gli ha sottratto la pousada...

Due miei amici titolari di una pizzeria in una nota località turistica della costa bahiana, adesso cercano cameriei in Italia su facebook, visto che non possono fidarsi delle maestranze locali, causa ubriacature, mancate presenze, impossibilità di pretendere un qualsiasi tipo di responsabilità di lavoro. Sottolineo che quando hanno ripreso una cuoca per non essersi presentata una domenica al lavoro come concordato (a paga doppia), lei li ha "processati" per crudeltà. Teniamo presente quindi che se in Italia fare business è duro, ma con sacrificio ce la si può (poteva) anche fare, in Brasile l'abitudine è quella di approfittare in qualsiasi modo delle opportunità e dei diritti, ma non garantire alcun dovere. Aggiungiamoci la mano che Lula ha dato ai dipoendenti con l'assicurazione per la perdita di impiego, ci si trova davanti a persone che sono perfettamente conscie di poter lavorare solo un mese fino all'ottenimento della "carteira assinada", quindi smettere di dimostrarsi solerti o responsabili, tanto in un po' di mesi ottengono cinque "richiami ufficiali" fino ad essere dimessi, e garantorsi altri mesi di salario standosene a casa. Un anno di salario lavorando sue o tre mesi malvolentieri...

Non vuole essere polemica generalista, è che queste storie non sono purtroppo l'eccezione.

Scorrendo le esperienze di altri amici che hanno "fatto business" in Brasile e si son dovuti mettere le mani sui capelli, sapendo che la legge, per chi vuole ottenere il visto per Business, obbliga a garantire entro breve un numero determinato di assunzioni, fra cui due "contadores" obbligatori e la presentazione di bilanci annuali che provino e garantiscano la continuazione del percorso presentato nel piano, ho pensato, nel frattempo, che mi convenisse dedicarmi ad altro.

Ho acquistato, sì, qualche immobile e qualche terreno, pro futuro.
Ma i miei soldi sono stati destinati atresì al tanto (per noi) necessario piano di sostegno della società che ci ospita. Quindi ho mandato giovani a scuola per ottenere il titolo basico per poter lavorare, altri addirittura all'università, ho dato ad alcuni la possibilità di garantirsi un lavoro per sostenere (se volevano) le proprie famiglie...
Insomma la fatidica canna da pesca.

Il miei sforzi economici sono questi, non sono certo uno speculatore nè un furbone. Certo, sei mesi l'anno finora mi andavano bene, e bene speravo andassero anche ai brasiliani, sempre se vogliamo analizzare il frutto in entrambi i paesi della famosa e sovraccitata "reciprocità".

Ora, pensione non ne ho, e sarebbe anche presto per la mia età, business non lo vedo un'opzione praticabile. Se voglio proseguire nella strada del Brasile, che mi rimane? Mi toccherà sposarmi, e che la sorte me la mandi buona...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
albatros

Admin
Admin


Admin

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 31/12/10 04:57
Messaggi: 758
albatros is offline 

Località: Salvador





brazil
MessaggioInviato: 21 Ago 2011 12:33:00    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

christian ha scritto:
Non siamo noi a considerarli terzo mondo, sono loro che si chiamano tali, per poi vivere con invidia la nostra nomea di primeiro mundo, che peraltro l'Italia in alcuni casi non meriterebbe. Potremmo anche chiamare i macacos professori di astrofisica, ma ciò non migliorerebbe la qualità dei serizi.

Fra i quali gli obblighi imposti da un business in Brasile. Un amico brasiliano ventenne che assemblava pc mi ha offerto di aprire in società un business informatico, io mettevo i soldi e lui il know how. Ma non voleva la minoranza, perchè, testuale, "voi europei credete di essere migliori": Ho obiettato che non è con la retorica che si creano i presupposti per una partnership costruttiva. Ha rimbrottato che non sapevo il valore del know how: "ma lo sai quanto vale la Microsoft?", ha aggiunto a sostegno della sua ipotesi. Io ho risposto che quanto a know how, io ne possedevo abbastanza in business internazionale, ma non era questo che voleva sentire. Quindi io dovevo mettere i soldi, un mio appartamento come garanzia, e lasciare tutto in mano a lui... Sperando che nessuno nottetempo "rubasse" i computer e l'assicurazione non si rivalesse su di me, mentre magari ero in Italia perchè non avevo ancora un visto permanente.

Un amico italiano aveva aperto una pousada con la compagna brasiliana, per ottenere il visto. Lei ad un certo punto l'ha voluto "processare per violenza" complice la madre, per rubargli l'immobile. L'ha salvato la sorella di lei, che ha ammesso davanti al giudice che era tutta una trama. Lui ha sposato questa benemerita sorella, che adesso gli ha sottratto la pousada...

Due miei amici titolari di una pizzeria in una nota località turistica della costa bahiana, adesso cercano cameriei in Italia su facebook, visto che non possono fidarsi delle maestranze locali, causa ubriacature, mancate presenze, impossibilità di pretendere un qualsiasi tipo di responsabilità di lavoro. Sottolineo che quando hanno ripreso una cuoca per non essersi presentata una domenica al lavoro come concordato (a paga doppia), lei li ha "processati" per crudeltà. Teniamo presente quindi che se in Italia fare business è duro, ma con sacrificio ce la si può (poteva) anche fare, in Brasile l'abitudine è quella di approfittare in qualsiasi modo delle opportunità e dei diritti, ma non garantire alcun dovere. Aggiungiamoci la mano che Lula ha dato ai dipoendenti con l'assicurazione per la perdita di impiego, ci si trova davanti a persone che sono perfettamente conscie di poter lavorare solo un mese fino all'ottenimento della "carteira assinada", quindi smettere di dimostrarsi solerti o responsabili, tanto in un po' di mesi ottengono cinque "richiami ufficiali" fino ad essere dimessi, e garantorsi altri mesi di salario standosene a casa. Un anno di salario lavorando sue o tre mesi malvolentieri...

Non vuole essere polemica generalista, è che queste storie non sono purtroppo l'eccezione.

Scorrendo le esperienze di altri amici che hanno "fatto business" in Brasile e si son dovuti mettere le mani sui capelli, sapendo che la legge, per chi vuole ottenere il visto per Business, obbliga a garantire entro breve un numero determinato di assunzioni, fra cui due "contadores" obbligatori e la presentazione di bilanci annuali che provino e garantiscano la continuazione del percorso presentato nel piano, ho pensato, nel frattempo, che mi convenisse dedicarmi ad altro.

Fino a qui quoto tutto. Potrei aggiungere altre varie storie simili, di cui sono venuto a diretta conoscenza. Evito di scriverle ma, almeno nel Nordest del Brasile, é esattamente come ha scritto Christian.

L'altra parte non la quoto per il smplice motivo che non conosco le leggi specifiche. Comunque é vero. I giudici brasiliani a noi gringos ci penalizzano "a prescindere".
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
mitico67

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 16/04/11 22:40
Messaggi: 46
mitico67 is offline 

Località: Rio


Sito web: http://www.ciaoplanet.com


brazil
MessaggioInviato: 22 Ago 2011 03:15:38    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

lungi da me polemizzare con Christian, molte delle cose che dice le ho constatate anche io. Ha fatto benissimo a non accettare la "parceria" con il ragazzo che non collocava soldi nell'impresa e pretendeva di dirigere tutto. Visti gli investimenti che ha gia' fatto secondo me Christian poteva seguire la strada del visto come investitore, certo ci vuole pazienza a trovare il business e il socio giusto. Un altra cosa importante e' lasciare da parte il sentito dire e leggersi personalmente leggi e procedure. La storia dei 2 "contadores" deve essere semplicemente "un golpe" che hanno tirato al tuo amico.
Sposarsi per ottenere il visto, sentite anche le storie di cui sei a conoscenza ti dovrebbe far desistere anche se c'e' sempre la possibilita' che incontri una persona onesta.
Io ho vissuto 17 anni a Londra ed anche li' ci sono persone che preferiscono la paghetta del governo piuttosto che lavorare.
Io ho risolto la situazione del visto con una "uniao estavel" , ho incontrato una ragazza onesta ,lavoratrice.
Il prossimo mese finalmente apriro' la mia impresa e tocchero' con mano la burocrazia brasiliana
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
albatros

Admin
Admin


Admin

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 31/12/10 04:57
Messaggi: 758
albatros is offline 

Località: Salvador





brazil
MessaggioInviato: 22 Ago 2011 05:33:16    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

mitico67 ha scritto:
lungi da me polemizzare con Christian, molte delle cose che dice le ho constatate anche io. Ha fatto benissimo a non accettare la "parceria" con il ragazzo che non collocava soldi nell'impresa e pretendeva di dirigere tutto. Visti gli investimenti che ha gia' fatto secondo me Christian poteva seguire la strada del visto come investitore, certo ci vuole pazienza a trovare il business e il socio giusto. Un altra cosa importante e' lasciare da parte il sentito dire e leggersi personalmente leggi e procedure. La storia dei 2 "contadores" deve essere semplicemente "un golpe" che hanno tirato al tuo amico.
Sposarsi per ottenere il visto, sentite anche le storie di cui sei a conoscenza ti dovrebbe far desistere anche se c'e' sempre la possibilita' che incontri una persona onesta.
Io ho vissuto 17 anni a Londra ed anche li' ci sono persone che preferiscono la paghetta del governo piuttosto che lavorare.
Io ho risolto la situazione del visto con una "uniao estavel" , ho incontrato una ragazza onesta ,lavoratrice.
Il prossimo mese finalmente apriro' la mia impresa e tocchero' con mano la burocrazia brasiliana


Solo una riflessione. Ma lo sapete che in Brasile, dipendendo dal tipo di banca e dal tipo di OBBLIGAZIONI che si acquistano, si prendono tranquilli il 9%-10% l'anno di interessi? Non solo, ma sono interessi che maturano mensilmente e si possono reinvestire comprando altre Obbligazioni. Insomma, si puó arrivare all'11-12% anno senza rischiare niente.
Per chi dispone dai 200-300 mila Euro in su da investire, io suggerirei questi tipi di investimenti. Poi, é chiaro che ognuno ha i suoi modi di vedere e TUTTI sono rispettabilissimi.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
christian

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 57
Registrato: 26/06/11 03:29
Messaggi: 29
christian is offline 







italy
MessaggioInviato: 23 Ago 2011 01:50:08    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

E' vero, ci sono ottime possibilità di investimento, ancora oggi, in Brasile per il denaro. I fondi internazionali che hanno puntato sul paese verdeoro fanno guadagni a due cifre da più di un lustro.

Il problema è che l'inflazione è altrettanto "allegra": A Rio il costo degli onibus sale "solo" di 30 centesimi ogni anno, a volte con riassestamento dopo soli 6 mesi. Ora, se la base fosse di 10 Reais, 30 centesimi sarebbero il 3 per cento. Cosa che non succede nemmeno in Italia, vista la crisi e la penuria di spesa. Ma quando il biglietto è di 2,50 vuol dire che l'aumento è del 12%! L'ho fatto notare ad un amico brasiliano, che pretendeva che in Brasile non ci fosse svalutazione. Lui mi ha risposto: "ma dàai, sono solo 30 centavos...!" Evidenziando il modo di pensare dei brasiliani, scanzonato per non dire superficiale. Stessa realtà per salgados, misto quente, succhi di frutta, etc.

Quindi occorrerebbe avere un guadagno di almeno il doppio, per poter avere un agio soddisfaciente sul capitale investito.

L'altro problema, non avendo il visto, è che solo uno straniero con Rne ha il diritto di avere un conto corrente. Ogni altra formula richiede amicizie, stress e nervi saldi. Come nel caso di vedersi sviare fondi dal conto senza avviso e, chieste delucidazioni al direttore, sentirsi dire che parte dei soldi sono stati impiegati in una "applicazione" della banca, che è una prassi obbligata. Della serie, ti ho fatto il piacere, adesso non rompere.

Resta l'apertura di un conto poupança, ovvero di risparmio, anche questo aggirando la consuetudine dei funzionari a liberarsi del fastidio rispondendo a priori che "non si può".

In breve, vale anche per il Brasile la norma che solitamente si suggerisce ai visitatori dell'Asia: se qualcosa vi viene negato o non va secondo quanto reputate doveroso, guai criticare, e assolutamente GUAI arrabbiarsi. I brasiliani, come gli asiatici ma per differenti prospettive culturali, non amano perdere la faccia, sono assai permalosi e sanno bene come farvela pagare...

Ovviamente nei nostri post ritengo interessante confrontare aberrazioni comportamentali, rischi inattesi e pericoli latenti, e chirificare le anomalie del sistema paese, più che incensarne panorami e bellezze, per questo c'è già Kilimangiaro, Ringrazio comunque i commentatori e i partners del forum, per l'opportunità di scambiare esperienze e approfondire visioni sul nostro paese verdeoro, dove abbiamo investito se non altro molti anni di sacrifici e per il quale abbiamo evidenti aspettative di successo.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
albatros

Admin
Admin


Admin

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 31/12/10 04:57
Messaggi: 758
albatros is offline 

Località: Salvador





brazil
MessaggioInviato: 23 Ago 2011 03:05:26    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

christian ha scritto:
E' vero, ci sono ottime possibilità di investimento, ancora oggi, in Brasile per il denaro. I fondi internazionali che hanno puntato sul paese verdeoro fanno guadagni a due cifre da più di un lustro.

Il problema è che l'inflazione è altrettanto "allegra": A Rio il costo degli onibus sale "solo" di 30 centesimi ogni anno, a volte con riassestamento dopo soli 6 mesi. Ora, se la base fosse di 10 Reais, 30 centesimi sarebbero il 3 per cento. Cosa che non succede nemmeno in Italia, vista la crisi e la penuria di spesa. Ma quando il biglietto è di 2,50 vuol dire che l'aumento è del 12%! L'ho fatto notare ad un amico brasiliano, che pretendeva che in Brasile non ci fosse svalutazione. Lui mi ha risposto: "ma dàai, sono solo 30 centavos...!" Evidenziando il modo di pensare dei brasiliani, scanzonato per non dire superficiale. Stessa realtà per salgados, misto quente, succhi di frutta, etc.

Quindi occorrerebbe avere un guadagno di almeno il doppio, per poter avere un agio soddisfaciente sul capitale investito.

L'altro problema, non avendo il visto, è che solo uno straniero con Rne ha il diritto di avere un conto corrente. Ogni altra formula richiede amicizie, stress e nervi saldi. Come nel caso di vedersi sviare fondi dal conto senza avviso e, chieste delucidazioni al direttore, sentirsi dire che parte dei soldi sono stati impiegati in una "applicazione" della banca, che è una prassi obbligata. Della serie, ti ho fatto il piacere, adesso non rompere.

Resta l'apertura di un conto poupança, ovvero di risparmio, anche questo aggirando la consuetudine dei funzionari a liberarsi del fastidio rispondendo a priori che "non si può".

In breve, vale anche per il Brasile la norma che solitamente si suggerisce ai visitatori dell'Asia: se qualcosa vi viene negato o non va secondo quanto reputate doveroso, guai criticare, e assolutamente GUAI arrabbiarsi. I brasiliani, come gli asiatici ma per differenti prospettive culturali, non amano perdere la faccia, sono assai permalosi e sanno bene come farvela pagare...

Ovviamente nei nostri post ritengo interessante confrontare aberrazioni comportamentali, rischi inattesi e pericoli latenti, e chirificare le anomalie del sistema paese, più che incensarne panorami e bellezze, per questo c'è già Kilimangiaro, Ringrazio comunque i commentatori e i partners del forum, per l'opportunità di scambiare esperienze e approfondire visioni sul nostro paese verdeoro, dove abbiamo investito se non altro molti anni di sacrifici e per il quale abbiamo evidenti aspettative di successo.


Bé......diciamo che hai fatto un'ampia e chiara panoramica, quasi tutta condivisibile. Quasi, ma non tutta.
Per esempio, per quanto riguarda gli investimenti finanziari in titoli (fondiari o obbligazionari), hai ragione fino ad un certo punto sul discorso del mancato RECUPERO dell'inflazione. Infatti, se si spuntano il 10% o il 12% di interessi annui, e l'inflazione viaggia intorno al 6-7% annuo (perché in realtá é questa la percentuale di inflazione), non si puó dire che l'inflazione non si recupera tutta. É ovvio che, tolto il recupero inflazione, gli interessi netti scendono al 3-5% che comunque, considerati i tempi che corrono in tutto il mondo, mi sembrano dei signori interessi. A meno che tu non volessi dire qualche altra cosa che mi é sfuggita.

Io invece aggiungerei che, considerati gli altissimi interessi che le banche brasiliane possono imporre sui finanziamenti a breve-medio e lungo termine, potrebbero riconoscere degli interessi attivi, sui loro fondi, molto piú alti. Potrebbero dare tranquillamente intorno al 15%.

Caro Christian, noto che nei tuoi interessanti messaggi, spesso fai riferimento alle difficoltá di aperture di C/C bancari. Con 100-150 mila dollari USA (che poi non é una cifra importante) e un CPF (codice fiscale), qualsiasi banca brasiliana ti apre un conto popança. Non é necessario nemmeno risiedere in Brasile.
Pur con i suoi limiti imposti, un conto popança permette comunque di fare tranquilli investimenti finanziari. Francamente, avendo letto che manovri centinaia di migliaia di Reais, se non addirittura qualche milioncino, mi sfugge il tuo malcontento nei confronti delle banche brasiliane. Ossia, non capisco le tue difficoltá nell'aprire un c/c. Se invece ho capito male, me ne scuso a priori.

Per quanto riguarda la scarsa qualitá dei servizi offerti, hai perfettamente ragione. Cosí come hai ragione anche quando evidenzi l'ottusitá degli impiegati e dei direttori delle banche.

Se a te hanno fatto un'operazione finanziaria senza la tua autorizzazione (anche se era favorevole per te), a me hanno addirittura cambiato il Numero del mio C/C senza che io ne sapessi niente. Emettevo assegni, e quando il portatore andava in banca a cambiarli, allo sportello non esiteva il mio numero di c/c. In un manicomio, non credo che sarebbero arrivati a tanto Very Happy Laughing
La cosa ancor piú grave, é che il fatto successe due anni fa. Davanti al portatore del mio assegno, mi chiesero delle mezze scuse e mi dissero che avrebbero risolto tutto in pochi giorni.
Morale della favola, ancora oggi sono titolare di due conti correnti. Quando entro nel mio c/c dal mio computer, posso accedere tranquillamnete scrivendo uno dei due numeri di conto. Ogni tanto lo faccio presente alla mia agenzia bancaria. Mi rispondono che prima o poi risolveranno l'inconveniente.

Per farla corta, onde evitare un giorno di dover ritornare di corsa in banca a spiegare al cassiere il casino che LORO hanno combinato DUE anni prima, non emetto piú gli assegni, altrimenti rischio di fare una figura di m.... con il portatore, sopratutto se non sono in sede e non posso correre subito alla cassa per spiegare di nuovo la LORO disorganizzazione Confused Confused

E poi dicono che il Brasile non é una pacchia!!! Ti aprono due conti correnti al prezzo di uno. In Italia se le sognano queste "offerte speciali" Very Happy Laughing
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
mitico67

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 16/04/11 22:40
Messaggi: 46
mitico67 is offline 

Località: Rio


Sito web: http://www.ciaoplanet.com


brazil
MessaggioInviato: 23 Ago 2011 04:21:34    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

anche io concordo che molti dei servizi offerti sono di pessima qualita' Il fatto ad esempio che non riescano a collocare ad ogni fermata autobus ,quale autobus passa e dove va' mi fa' in*azzare!figuriamoci con olimpiadi e mondiali che casino succede. per il conto in banca, io l'ho aperto con il visto da studente,poupanca e c/c,all'inizio avevo il problema del provare la mia residenza cosa che ho risolto con la bolletta della chiavetta internet. Anche io come Albatros ho 2 carte di debito che fanno riferimento a 2 conti diversi. il fatto risale quando ho cambiato la mia residenza da londrina a rio. comunque io ne uno uno soltanto,ho provato a chiedere spiegazioni.......lasciamo perdere.
secondo me molti stranieri che vogliono trasferirsi in brasile, dovrebbero entrare con il visto da studente(l'eta' non importa)e nel frattempo imparare un po' la lingua,visitare diversi luoghi,richiedere cpf, aprire conto bancario,ottenere rne etc...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
christian

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 57
Registrato: 26/06/11 03:29
Messaggi: 29
christian is offline 







italy
MessaggioInviato: 06 Set 2011 01:15:24    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Mitico, entrare con il visto di studente. Hmm, ho passato i cinquanta, ma se me lo danno, potrebbe essere una nuova via da praticare.

In realtà, l'unico investimento in obbligazioni brasiliane sono riuscito a farlo in Italia, perchè finora le complicazioni in loco hanno superato gli agi.

In realtà ho anche io il c/c, finora poupança perchè con i problemi che incontri giornalmente, è meglio fermarsi qua, almeno fino a quando non ottieni una Rne.

Sapete che non si telefona mai in banca per chiedere ragguagli: occorre chiamare solo ed esclusivamente il proprio "gerente" di riferimento.
Il mio gerente di riferimento intanto era scappato e nessuno quando chiamavo al telefono me lo voleva nemmeno dire. Intanto non riuscivo a sapere nemmeno il saldo. Mi avevano cambiato i codici di accesso online perchè "secondo loro" non avevo concordato l'invio della chiavetta elettronica di sicurezza col mio "gerente". Quindi il cane si mangiava la coda.

La mia banca mi ha richiesto l'estratto della banca italiana al 31 sicembre, che ho inviato in 7 giorni. La mia banca italiana mi ha chiesto l'estratto al 31 dicembre della banca brasilinana, che a tutt'oggi nessuno mi ha voluto inviare in Italia, adducendo un elenco di scuse che vanno dallo sportivo al medico alla samba. Al Consolato di Milano la responsabile del Banco do Brasil si scusa ma dice che lei tratta solo gli investimenti e che per i conti correnti devo rivolgermi ad un ufficio con sportello, che gentilmente mi passa. vado all'ufficio e l'unica dipendente si fa le unghie e dice che devo contattare il mio gerente, lei è lì per altri motivi e non può aiutarmi coi conti correnti Brasiliani. Io so quali sono i motivi ma mi trattengo dall'enunciarli in questa sede ...

Quando anche la mia carta di credito è andata in blocco, mi han promesso che entro 15 giorni me l'avrebbero inviata a Natal, dove risiedevo da 3 mesi, dandomi l'indirizzo di una banca. Qui chiamavo e non mi volevano dare informazioni, dopo tre settimane sono andato ma non c'era nulla. Così anche dopo due mesi, due mesi e due settimane, tre mesi. Tornato a Rio ho scoperto che me l'avevano mandata lì, al mio indirizzo.

Tutto è bene quel che finisce bene...

Amo il Brasile per tutto ciò che non trovo più in Italia.
Amo l'Italia per tutto quello che in Brasile ancora non trovo...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
lion

Nuovo
Nuovo


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 21/09/11 00:43
Messaggi: 9
lion is offline 







italy
MessaggioInviato: 21 Set 2011 00:54:22    Oggetto:  visto Brasile
Descrizione: situazione incerta
Rispondi citando

"Solo x aggiornare tutti in merito alla rid. soggiorno turistico...."

Ho telefonato personalmente all'Ambasciata Italiana in Brasilia, ho parlato con un certo Sr. Visco che mi comunica che di questo fantomatico accordo tra gli stati europei a cui l'Italia nelle more avrebbe dovuto aderire per ripristinare i 180gg l'anno, non se ne sa niente!!!
Notizia invece che era stata ampiamente comunicata dal Ministero degli Esteri Italiano)!!!!
Ovvero l'Italia a quanto pare ha sempre aderito ed inspiegabilmente (probabilmente a causa della questione terrorista Battisti), il Governo Brasiliano ha ridotto il soggiorno turistico solo ed esclusivamente a noi. Cosa evidentemente assurda, umiliante, vergognosa e discriminatoria.
A quanto pare, così come mi è stato comunicato dalla segreteria dell'Ambasciata in Brasilia dal Sr. Visco, la stessa, avrebbe mosso una sorta di interpellanza al Governo Brasiliano ma al momento senza esito alcuno (ovvero senza alcuna risposta).
A questo punto appare evidente una discrepanza tra quello esposto dal Ministero degli Esteri ( Sr. Greco Simone) e quello che dice invece l'Ambasciata in Brasilia ( Sr. Visco).
L'auspicio che sicuramente tanti di noi hanno, è quello che l'orgoglio nazionale prevalva (soprattutto presto le istituzioni) e che si lavori pragmaticamente x risolvere questa bizarra storia ed alquanto imbarazzante x L'italia ....
Abraço


n.B: ricordiamoci di essere sempre Italiani anche coloro i quali vivono fuori dal territorio nazionale ed evitiamo di fare gli avvocati del Diavolo difendendo l'indifendibile Smile si rischia il ridicolo x piacere . semmai stimolare gli organi competenti tutti ad attivarsi concretamente. a buon intenditore poche parole Wink
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
albatros

Admin
Admin


Admin

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 31/12/10 04:57
Messaggi: 758
albatros is offline 

Località: Salvador





brazil
MessaggioInviato: 21 Set 2011 04:45:17    Oggetto:  Re: visto Brasile
Descrizione: situazione incerta
Rispondi citando

lion ha scritto:

n.B: ricordiamoci di essere sempre Italiani anche coloro i quali vivono fuori dal territorio nazionale ed evitiamo di fare gli avvocati del Diavolo difendendo l'indifendibile Smile si rischia il ridicolo x piacere . semmai stimolare gli organi competenti tutti ad attivarsi concretamente. a buon intenditore poche parole Wink

Ciao. Il tuo messaggio é molto importante, peró dovresti spiegare meglio a cosa ti riferisci con ció che hai scritto nel NotaBene.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Dolceluna

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 04/07/11 23:02
Messaggi: 81
Dolceluna is offline 







italy
MessaggioInviato: 22 Set 2011 06:48:03    Oggetto:  Re: visto Brasile
Descrizione: situazione incerta
Rispondi citando

albatros ha scritto:
lion ha scritto:

n.B: ricordiamoci di essere sempre Italiani anche coloro i quali vivono fuori dal territorio nazionale ed evitiamo di fare gli avvocati del Diavolo difendendo l'indifendibile Smile si rischia il ridicolo x piacere . semmai stimolare gli organi competenti tutti ad attivarsi concretamente. a buon intenditore poche parole Wink

Ciao. Il tuo messaggio é molto importante, peró dovresti spiegare meglio a cosa ti riferisci con ció che hai scritto nel NotaBene.


Me lo chiedevo anch'io! Wink
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
albatros

Admin
Admin


Admin

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 31/12/10 04:57
Messaggi: 758
albatros is offline 

Località: Salvador





brazil
MessaggioInviato: 27 Set 2011 20:46:51    Oggetto:  Re: visto Brasile
Descrizione: situazione incerta
Rispondi citando

lion ha scritto:
"Solo x aggiornare tutti in merito alla rid. soggiorno turistico...."

Ho telefonato personalmente all'Ambasciata Italiana in Brasilia, ho parlato con un certo Sr. Visco che mi comunica che di questo fantomatico accordo tra gli stati europei a cui l'Italia nelle more avrebbe dovuto aderire per ripristinare i 180gg l'anno, non se ne sa niente!!!
Notizia invece che era stata ampiamente comunicata dal Ministero degli Esteri Italiano)!!!!
Ovvero l'Italia a quanto pare ha sempre aderito ed inspiegabilmente (probabilmente a causa della questione terrorista Battisti), il Governo Brasiliano ha ridotto il soggiorno turistico solo ed esclusivamente a noi. Cosa evidentemente assurda, umiliante, vergognosa e discriminatoria.
A quanto pare, così come mi è stato comunicato dalla segreteria dell'Ambasciata in Brasilia dal Sr. Visco, la stessa, avrebbe mosso una sorta di interpellanza al Governo Brasiliano ma al momento senza esito alcuno (ovvero senza alcuna risposta).
A questo punto appare evidente una discrepanza tra quello esposto dal Ministero degli Esteri ( Sr. Greco Simone) e quello che dice invece l'Ambasciata in Brasilia ( Sr. Visco).
L'auspicio che sicuramente tanti di noi hanno, è quello che l'orgoglio nazionale prevalva (soprattutto presto le istituzioni) e che si lavori pragmaticamente x risolvere questa bizarra storia ed alquanto imbarazzante x L'italia ....
Abraço


n.B: ricordiamoci di essere sempre Italiani anche coloro i quali vivono fuori dal territorio nazionale ed evitiamo di fare gli avvocati del Diavolo difendendo l'indifendibile Smile si rischia il ridicolo x piacere . semmai stimolare gli organi competenti tutti ad attivarsi concretamente. a buon intenditore poche parole Wink


Leggendo il link in basso, sembra che il problema sará risolto entro breve tempo. Staremo a vedé.
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
lion

Nuovo
Nuovo


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 21/09/11 00:43
Messaggi: 9
lion is offline 







italy
MessaggioInviato: 27 Set 2011 21:20:19    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Hey albatros, importantissimo questo link, almeno l'argomento sta avendo la visibilità che merita. Wink non è risolto però ancora ma ne stanno parlando .
abraço
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
lion

Nuovo
Nuovo


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 21/09/11 00:43
Messaggi: 9
lion is offline 







italy
MessaggioInviato: 02 Ott 2011 12:18:36    Oggetto:  Trattato Bruxelles, UE- Brasile
Descrizione:
Rispondi citando

x Albatros ed amici del forum

LEGGETE CON ATTENZIONE E SOFFERMATEVI ALL' ART 5, DURATA DEL SOGGIORNO:
COME VEDRETE E' STATO FATTO UN ARBITRARIO SOPRUSO DA PARTE DEL BRASILE NEI CONFRONTI DELL'ITALIA:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Non resta che continuare a reclamare energicamente in tutte le sedi, x ristabilire quanto prima il presente accordo Wink

Abraço, Lion
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Carlito.CanoaQueBrasil

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 19/01/11 01:22
Messaggi: 71
Carlito.CanoaQueBrasil is offline 

Località: Canoa Quebrada - CE - Brasil





italy
MessaggioInviato: 02 Ott 2011 14:56:47    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

settimana scorsa ho parlato con un ragazzo al ristorante che mi ha raccontato la sua avventura in dogana. praticamente al suo arrivo a fortaleza , al momento del controllo doganale, è risultato che lui aveva già trascorso 85gg in brasile e quindi poteva stare solo per 5 giorni. visto che tale dato era errato ha chiesto (dopo esser stato accompagnato da un ufficiale in un ufficio in malo modo sotto gli occhi di tutti gli altri italiani) di parlare con un superiore. mentre lo aspettava il doganiere, antipatico e che si rifiutava di parlare italiano anche se lo sapeva, ha cominciato con frasi del tipo " Ah il vostro berlusconi è stato con ballerine, fa il gradasso (???)" mettendo in ovvio imbarazzo questo ragazzo. finalmente con l'arrivo di un anziano doganiere si è risolta la questione visto che il loro computer ha sbagliato e il passaporto non portava segni di precedenti soggiorni in brasile qnche se poco prima affermavano addirittura che doveva rientrare immediatamente in italia. per concludere l'hanno lasciato andare senza compilare la carta della polizia federela e dandogli solo 30gg di visto. Questo ragazzo ha poi detto, di questo però non ho trovato riscontro almeno in rete, che l'italia ha ridotto a 90gg il visto ai brasiliani e che quindi il brasile ha risposto di conseguenza.

ora non so se l'ultima informazione è veritiera, vi riferisco solo quello che questo ragazzo mi ha raccontato.

speriamo la situazione si sistemi perchè piu si va avanti puo comprendo quanto siamo mal visti qui in brasile... e pensare che mi sono trasferito qui a far girare la loro economia... Rolling Eyes
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> IL BRASILE Tutti i fusi orari sono GMT + 9 ore
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





BRASILE 2014 topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008